Archivio

Posts Tagged ‘bandiera arancione Gerace’

Bandiera Arancione Gerace: patetico scaricabarile del Sindaco.

13 agosto 2015 Nessun commento

Alle tredici domande rivolte con l’interrogazione a risposta scritta sull’asserito requisito del servizio di raccolta differenziata, che avrebbe costituito concausa preponderante all’attribuzione della bandiera arancione alla Città di Gerace, il sindaco Varacalli omette le doverose risposte istituzionali e rimanda, con un patetico scaricabarile, la mancata realizzazione del servizio al Responsabile del Settore della Vigilanza Urbana.

Bandiera_animata_flag_Bandiera_Arancione

Il Marchio di Qualità attribuito a Gerace

Di seguito riporto gli interrogativi rimasti privi di riscontro e la nota del sindaco.

...INTERROGANO IL SIGNOR SINDACO, per sapere:

1) se, quando e come l’Amministrazione Comunale ha realizzato il sistema di raccolta differenziata dei rifiuti urbani;

2) qual’ è la quota di percentuale raggiunta dalla raccolta differenziata;

3) quale tipo di sistema di raccolta differenziata dei rifiuti è stato attuato (raccolta domiciliare o porta a porta, ecc.);
4) quali sono le modalità di raccolta dei rifiuti;
5) quali iniziative sono state assunte dall’Amministrazione per disciplinare la raccolta differenziata da parte dei cittadini;

6) quali campagne d’informazione e comunicazione sono state condotte;

7) quali e quanti raccoglitori sono stati messi a disposizione dei cittadini per compiere la selezione dei rifiuti;

8) in che modo avviene la separazione e quali contenitori sono stati forniti per la selezione dei diversi materiali; (organico, indifferenziato, ingombranti, verde, carta cartone e tetra pack, plastica, lattine, vetro, toner, pile, ecc.);

9) a chi è affidato il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti differenziati;

10) in quale centro di raccolta e in quale luogo di trattamento, di smaltimento o recupero, che va dallo stoccaggio in discarica o all’incenerimento/termovalorizzazione per il residuo indifferenziato, al compostaggio per l’organico e al riciclo per il differenziato propriamente detto, sono conferiti i rifiuti;

11) quali sono le modalità di raccolta dei rifiuti speciali, tossici e pericolosi;

12) quale percentuale di sconto è stata applicata sulle tariffe della TARI alle famiglie che fanno la raccolta differenziata;

13) perché l’Amministrazione Comunale, nell’ambito degli interventi socio assistenziali, non concede ai soggetti che versano in condizione di grave disagio sociale ed economico l’esenzione dal pagamento della TARI per i locali direttamente abitati iscrivendo tale agevolazione in bilancio attraverso apposita autorizzazione di spesa, assicurando la relativa copertura con il ricorso a risorse derivanti dalla fiscalità generale del Comune, secondo le disposizioni di cui al comma 660 dell’articolo 1 della legge n. 147 del 2013? “

nota sindaco nr.5858 24715

Giuseppe Cusato

Gerace: la bandiera arancione si tinge di “giallo”.

14 giugno 2015 Nessun commento

La bandiera arancione debutta, ma è “ingiallita” dalla maggioranza consiliare.

Bandiera_animata_flag_Bandiera_Arancione

Il Marchio attribuito alla Città dello Sparviero

Con una interrogazione a risposta scritta, i consiglieri comunali Giuseppe Cusato e Angelo Gratteri hanno chiesto al Sindaco Varacalli chiarimenti in relazione all’asserita realizzazione del sistema di raccolta differenziata che avrebbe concorso all’attribuzione della Bandiera Arancione alla Città di Gerace.

L’affermazione è stata fatta durante lo svolgimento del Consiglio Comunale aperto del giorno 2 aprile 2015 da un consigliere della maggioranza che ha testualmente dichiarato : ” la Bandiera Arancione è stata ottenuta anche grazie al fatto che qraccolta IN-DIFFERENZIATAuesta Amministrazione ha puntato sulla raccolta differenziata…“.

Poichè non risulta mai attuato il sistema di raccolta differenziata dei rifiuti urbani, l’Amministrazione Comunale non può rivendicare conquiste per requisiti inesistenti.

E, a proposito dei criteri di analisi indispensabili per l’assegnazione e il mantenimento della bandiera arancione, non può sfuggire all’attenzione di tutti l’assenza del criterio della QUALITÀ AMBIENTALE.

L’azione amministrativa, infatti, non assicura una buona qualità della gestione ambientale. Anzi, l’inerzia della funzione d’indirizzo anche in questo settore si è contraddistinta per la cattiva gestione dei rifiuti ingombranti e per non aver inteso avviare il servizio della raccolta differenziata dei rifiuti urbani, nonostante le pubbliche esortazioni e le risorse offerte al Sindaco dal Presidente della Provincia Giuseppe Raffa, in occasione di una sua visita nella Città di Gerace subito dopo l’insediamento dell’attuale Amministrazione.

Non può sottacersi, inoltre, la mancanza di iniziative volte al risparmio energetico e alle fonti rinnovabili. L’irresponsabile ed ingiustificata rinuncia alla realizzazione dell’impianto fotovoltaico in località Barbàra, già finanziato dalla Cassa Depositi e Prestiti, ha provocato un grave danno non solo per il risparmio energetico, ma anche sotto il profilo economico finanziario per le spese inutilmente sostenute a carico del bilancio comunale.

Il meritato riconoscimento del marchio di qualità  turistico ambientale da parte del Touring Club Italiano è dovuto, esclusivamente, alle bellezze, al notevole patrimonio storico, artistico, monumentale, urbanistico  della Città di Gerace, nonchè  ai pregi ed alle virtù di quanti  vivono, lavorano e la frequentano.

interrogazione raccolta differenziata