Home > Mozioni > Mozione Consiglio Comunale aperto del 25 agosto 2012: Istituto Comprensivo “Cinque Martiri” Gerace

Mozione Consiglio Comunale aperto del 25 agosto 2012: Istituto Comprensivo “Cinque Martiri” Gerace

26 agosto 2012 Scrivi Vai ai commenti

 

Consiglio Comunale della Città di Gerace

——–

     Consiglio Comunale Aperto del 25 agosto 2012

 

MOZIONE

In ordine a:

 Dimensionamento rete scolastica “Istituto Comprensivo Cinque Martiri” di Gerace.


Premesso che:

–         con la Petizione popolare sottoscritta da 301 cittadini geracesi del 28 luglio 2011 si è voluta porre l’attenzione da parte delle autorità competenti circa la chiusura del Plesso Scolastico sito in Contrada Vene di questo Comune, comprendente la Scuola dell’Infanzia e la Scuola Primaria;

–         le richieste contenute nella petizione scaturivano dalla necessità di scongiurare la chiusura del plesso Vene, in quanto le conseguenze sarebbero state nefaste sia dal punto di vista della formazione dei bambini che per le famiglie residenti nella zona montana di Gerace che sarebbero state costrette ad affrontare duri sacrifici per poter esercitare ai loro figli un diritto costituzionalmente garantito quale il diritto all’istruzione;

–         tra gli alunni frequentanti la Scuola di Vene si registra la presenza di soggetti con gravi disabilità;

–         per l’anno scolastico 2012 /2013 non si intravede, al momento, alcuna possibilità di mantenere l’apertura del Plesso Scolastico di Vene, nonostante ricorrano tutte le condizioni per poter giustificare la piena funzionalità con la garanzia di assicurare alcuni parametri voluti dalla normativa sul dimensionamento della rete scolastica, compreso quello economico;

–         al rischio della chiusura del plesso di Vene si è aggiunta, qualche mese fa anche la paventata chiusura del plesso scolastico di Modi – Azzuria, la cui soppressione, anche se momentaneamente e parzialmente scongiurata per il prossimo anno scolastico, non è stata definitivamente risolta;

–         a fronte di questa situazione che, ormai, si trascina da più di un anno senza che si sia verificata alcuna situazione di carattere propositivo e positivo, la quasi totalità degli alunni frequentanti la Scuola dell’Infanzia e la Scuola Primaria del Plesso di Vene ha già richiesto il nulla osta per poter frequentare in altro Istituto Comprensivo il prossimo Anno Scolastico, con grave pregiudizio sia riguardo il mantenimento in vita dell’istituto Comprensivo geracese che per la quasi certa emigrazione in altri comuni viciniori di un considerevole numero di famiglie dal territorio di Gerace nell’immediato futuro;

 Considerato che:

 –         la presenza ed il funzionamento del Plesso scolastico di Vene riveste un ruolo decisivo ed indispensabile per il mantenimento del tessuto sociale della nostra area montana e rappresenta l’unico strumento di aggregazione e socializzazione e di incontro culturale per i bambini e le loro famiglie;

–         attualmente, gli edifici scolastici presenti nel Centro Storico di Gerace che ospitano sia la Scuola Primaria che la Scuola dell’Infanzia non permettono di accogliere un considerevole numero di alunni in assenza di un corrispondente innalzamento del livello di sicurezza degli edifici in questione, che, in atto, sono privi di certificazione riguardante l’agibilità e l’ idoneità statica degli edifici stessi;

–         le iniziative assunte dall’Amministrazione comunale tese al mantenimento dei plessi scolastici in questione non hanno ricevuto alcuna definitiva soluzione da parte delle competenti autorità ed istituzioni scolastiche;

Preso atto che:

 –         l’attuale dimensionamento scolastico è stato adottato in modo del tutto arbitrario ed in violazione del disposto dell’articolo 42 comma 2 lettera b del Testo Unico degli Enti Locali n. 267/2000;

–         tale dimensionamento non ha tenuto conto delle deroghe previste dalle Linee Guida della Regione Calabria, richiamate nel Piano di Organizzazione delle Rete Scolastica Regionale approvato con Delibera G.R. n. 19 del 24/01/2011;

–         le deroghe prevedono che il servizio scolastico debba essere garantito tenuto conto della collocazione geografica dei plessi situati in zone particolarmente isolate , sia con riferimento alla distanza chilometrica, sia in presenza di documentata situazione dei dissesto idrogeologico e secondo i seguenti parametri:

1)    Scuola dell’Infanzia: parametro chilometrico: chilometri 5; numero minimo alunni: 15

2)    Scuola Primaria: parametro chilometrico: chilometri 5; numero minimo alunni: 15

  Preso atto inoltre che:

 –         le medesime condizioni in cui si trova il Plesso scolastico di Vene si riscontrano anche per il Plesso scolastico di Modi – Azzuria, non può ritenersi  idonea la momentanea e precaria soluzione adottata per il Plesso di Modi – Azzuria;

 

SI  IMPEGNA IL CONSIGLIO COMUNALE:


–         a fare propria la legittima rivendicazione dei genitori in ordine al mantenimento dei Plessi Scolastici  Modi – Azzuria e Vene;

–     a sostenere con ogni strumento, legittimo e democratico, eventuali forme di protesta, assumendo tutte le iniziative  finalizzate a perseguire l’obiettivo del mantenimento del Servizio Scolastico nei due Plessi sopra  citati;

–         a nominare una delegazione composta da rappresentanti del Consiglio Comunale e dei genitori per essere ricevuta, nell’immediato, da Sua Eccellenza il Prefetto della Provincia di Reggio Calabria, dalle competenti Autorità scolastiche locali, provinciali e regionali, nonché dalle competenti Autorità istituzionali provinciali e regionali;

–       ad intraprendere ogni possibile azione giudiziaria amministrativa che, eventualmente, dovrà essere perseguita per il mantenimento del Servizio Scolastico nei due Plessi in questione.

 

 

Il Bene   in    Comune         Rinnovamento Democratico                  Gerace Prima di Tutto

  Giuesppe Cusato                      Giuseppe Pezzimenti                              Angelo Gratteri

Print Friendly, PDF & Email
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
E' necessario che tu sia collegato per poter inserire un commento.