Home > Politica > Gerace: Approvato Regolamento del sistema integrato dei controlli interni

Gerace: Approvato Regolamento del sistema integrato dei controlli interni

17 gennaio 2013 Scrivi Vai ai commenti

Un momento dei lavori consiliariCOMUNE DI GERACE – CONSIGLIO COMUNALE DEL GIORNO 15 Gennaio 2013

-Intervento del  consigliere comunale Giuseppe Cusato per la lista civica “Il Bene In Comune” –

o.d.g.: “Approvazione Regolamento del sistema integrato dei controlli interni”.

Signor Sindaco,

Il Decreto-Legge 10 ottobre 2012, n. 174, recante “Disposizioni urgenti in materia di finanza e funzionamento degli enti territoriali, nonche’ ulteriori disposizioni in favore delle zone terremotate nel maggio 2012, convertito con modificazioni dalla L. 7 dicembre 2012, n. 213, è entrato in vigore l’11 Ottobre 2012.

E’ noto a tutti che con il predetto Decreto Legge 174 sono state introdotte, tra l’altro, norme legislative  significative attraverso importanti modifiche apportate al TUOEL.

Desidero citare in particolare l’articolo 3,  comma 1, lettera d), che sostituisce l’articolo 147 del TUOEL, relativo al sistema dei controlli interni, rimodulandoli mediante l’introduzione di ben cinque articoli ( dal 147 al 147 quinques).

La finalità istituzionale è quella di rendere più efficiente ed efficace la gestione amministrativa e contabile degli Enti Locali, di assicurare la legittimità, la regolarità e la correttezza dell’azione amministrativa ed, infine, di garantire la gestione di controllo sugli equilibri finanziari.

Questi tre istituti riguardano gli Enti come il nostro ed è noto, pure,  che vi sono altri sistemi di controlli che si applicano, con scadenze diverse, agli enti con popolazione superiore a 15.000, a 50.000 ed a 100.000 abitanti.

Si tratta, quindi, di un evidente rafforzamento ed un’integrazione dei controlli interni, fermi restando il principio della distinzione tra funzioni di indirizzo e compiti di gestione, da un lato,  e i soggetti che partecipano al sistema dei controlli, dall’altro lato.

In questa implementazione dei controlli interni, si registra nei confronti dei responsabili dei servizi un aumento dei poteri, ma anche delle responsabilità, che richiede la previsione di una disciplina regolamentare, che francamente non riesco ad intravedere nella bozza di regolamento, di ulteriore tutela del responsabile dei servizi per escludere eventuali ingerenze dell’organo politico.

In siffatte condizioni di complessità e di delicatezza degli argomenti, l’adozione degli strumenti e delle modalità di controllo interno, disciplinata con Regolamento del Consiglio Comunale, implica un serio lavoro ed un approfondito  esame sullo schema predisposto dal Segretario Comunale, a cui va il mio personale ringraziamento.

Ma un voto responsabile a favore o contro, di consenso o dissenso, presuppone la consapevolezza  e la conoscenza approfondita e completa della materia.

A me non risulta che qualcuno di Voi abbia partecipato alla stesura dell’articolato e non comprendo sulla base di quale fondata ragione possiate alzare la mano per esprimere un voto favorevole.

E se così non è, uno di Voi mi dia prova del contrario invitandomi a porre quesiti sullo schema di regolamento che approverete senza conoscerne i contenuti.

In assenza di questo serio lavoro ed approfondito esame, l’ approvazione o la disapprovazione del regolamento altro non è che la semplice ubbidienza all’esercizio di un voto  che definisco sconsiderato e scriteriato e dal quale assumo la distanza più assoluta.

Gli strumenti e le modalita’ di  controllo  interno, che ho accennato, dovevano essere definiti con  regolamento  adottato  dal Consiglio e, attenzione,  resi operativi dall’ente locale entro tre mesi dalla data di entrata in vigore del decreto legge 174/2012, dandone  comunicazione  al Signor Prefetto ed alla sezione  regionale  di  controllo  della  Corte  dei conti entro il 15 gennaio 2013.

Considerato che il Regolamento entra in vigore il quindicesimo giorno successivo a quello di pubblicazione all’albo pretorio della relativa deliberazione di esecutività di approvazione, l’adozione del regolamento da parte dell’Organo consiliare sarebbe dovuta avvenire entro e non oltre il giorno 27 dicembre 2012. Data in cui, peraltro, si è tenuta una sessione ordinaria di lavori consiliari.

Decorso  infruttuosamente  il  termine del 10 gennaio 2013, il Prefetto invita gli enti che non abbiano provveduto ad adempiere  all’obbligo  nel  termine  di  sessanta  giorni.   Decorso inutilmente tale termine   il  Prefetto inizia la procedura  per  lo  scioglimento  del  Consiglio  ai  sensi dell’articolo 141 del testo unico delle leggi sull’ordinamento  degli enti locali, di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267,  e successive modificazioni.

Ora Vi domando perché oltrepassare, senza una legittima ragione, la scadenza perentoria del giorno 10 gennaio 2013 e persino quella odierna, rischiando di non  poter fornire assicurazione nemmeno sull’avvenuta adozione del Regolamento ?

Certo non potrete addurre a motivazione del colpevole ritardo il coinvolgimento e la collaborazione dei consiglieri di opposizione nella elaborazione del Regolamento..

Perché Voi solo a parole invocate la collaborazione e poi, nei fatti, la negate.

Pretendete la condivisione nell’approvare le proposte, che assumete proprie, ma non la cercate all’atto della stesura delle proposte stesse.

Anche in questa circostanza, come per l’approvazione del regolamento sull’IMU, era auspicabile e doverosa una larga intesa e c’era tutto il tempo necessario per ricercare e conseguire un obiettivo comune, attraverso un confronto partecipato e democratico nell’esclusivo supremo interesse della comunità geracese.

Io non cerco patti, alleanze o compromessi di sorta, auspico invece  correlazione su aspetti fondamentali della vita dell’Ente Comunale, in grado di fornire risposte positive ai bisogni delle persone, alle esigenze delle  famiglie, per un futuro migliore della nostra Città.

Constato ancora una volta, purtroppo, il persistere della mancanza di volontà verso un confronto collaborativo e l’inosservanza sistematica del rispetto delle regole.

Gerace 15 gennaio 2013              Giuseppe Cusato

Print Friendly, PDF & Email
Categorie:Politica Tag:
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
E' necessario che tu sia collegato per poter inserire un commento.